Cos’è e come funziona la Banca del Tempo di Forlì

La Banca del Tempo di Forlì è un sistema di scambio di prestazioni ed attività, che si realizza attraverso transazioni regolate in termini di tempo; un’occasione in cui le persone hanno la possibilità di mettere a disposizione della collettività le proprie capacità e i propri saperi e allo stesso tempo, possono soddisfare i propri bisogni e desideri.

Lo scambio reciproco che si realizza in questa organizzazione è attivato senza intermediazione di carattere monetario, ma utilizzando il tempo impiegato per eseguire la prestazione come unità di misura e scambio e quantificazione dell’attività scambiata. Il servizio si manifesta come un Dare e un Avere di tempo, regolato per mezzo di un “libretto degli assegni” delle ore e di un estratto conto periodico gestito dalla Segreteria.

Gli obiettivi che gli iscritti perseguono sono i seguenti:

  • sviluppare le relazioni tra gli individui contribuendo alla socializzazione
  • ricreare i rapporti di “buon vicinato”
  • migliorare la qualità della vita, risolvendo problemi pratici del quotidiano;
  • migliorare l’utilizzo del proprio tempo
  • avere la possibilità di fare cose che non riguardano la propria attività lavorativa (un avvocato può essere un ottimo giardiniere)
  • stimolare il diffondersi di saperi e di antichi mestieri
  • creare un’economia complementare, non antagonista, a quella tradizionale, basato sulle leggi dello scambio senza l’uso del denaro
  • avere la possibilità di poter godere di benefici anche se non si possiede denaro sufficiente

Gli scambi al fine di valorizzare i rapporti umani e solidali hanno come unità di quantificazione il tempo impiegati un’ora di tempo vale sempre un’ora a prescindere dalla prestazione offerta-richiesta. Le prestazioni non possono essere configurate e neppure assimilate a rapporti di lavoro autonomo e subordinato, il rapporto che intercorre fra i contraenti è informale e solidale. Le prestazioni sono le più diverse dal baby sitting, alle manutenzioni casalinghe, dall’accompagnamento alle lezioni private. Tra i servizi scambiati ci sono anche quello dei saperi, (lezioni, informazioni) delle iniziative culturali(dibattiti, incontri con l’autore, feste) che non hanno valore di mercato, ma migliorano la qualità della vita e le relazioni. In sintesi questa proposta fa leva su tre aree di bisogni. Risolvere i problemi delle quotidianietà Rimettersi in gioco su piani non soliti Sviluppare relazioni ed interazioni sociali Da ciò si comprende che la B.d.T. non ha finalità di lucro.

La B.d.T. è una iniziativa promossa dal Settore Politiche Sociali
del Comune di Forlì, sorta nel settembre del 1996, affidato al Centro per le
Famiglie all’interno della propria struttura(dove trovarci).
E’ gestita da un’organizzazione interna e autonoma d’iscritti: una
referente coordinatrice del comune / due iscritti coordinatori / quattro
iscritti per segreteria(come contattarci) / quattro per obiettivi interni / quattro per
obiettivi esterni.
Ha come finalità lo scambio alla pari di saperi, attività e servizi
avendo come moneta lo scambio di tempo.

scarica il volantino della Banca del Tempo di Forlì: volantino -bancadeltempo- forlì (formato pdf, 11kb)

Print Friendly

Comments are closed.